LA QUALITA’

 

“Salve, siamo interessati a un cucciolo, quanto costa?”

“Quanto scusi? Ma è un furto!”

Chi non ha mai sentito dire questa frase (o chi non l’ha mai detta/pensata in prima persona) scagli la prima pietra.

Eppure, quando si parla di cuccioli di QUALITA’,  queste cifre non dovrebbero far inorridire nessuno!
Il fatto è che la gente normale non sa che cosa effettivamente “si paga” in un cucciolo, né quali sono i costi reali che un allevatore deve sostenere.

Perche’ un buon cucciolo costa ? 
Qui trovate un primo elenco dei fattori che contribuiscono a formare il prezzo del cucciolo.

1 – Si paga la selezione.

Testare il carattere dei riproduttori e soprattutto le indagini per accertare che siano esenti dalle più importanti malattie ereditarie ha un costo. E’ molto importante fare gli accertamenti,e i test genetici per le malattie ereditarie di cui questa razza potrebbe soffrire (questo accade non solo nei barboni, ma in tante altre razze). I controlli variano da razza a razza.

2 – Si paga una parte di “rimborso”

per le spese effettivamente sostenute per allevare una cucciolata DOC, che non sono poche e che comprendono:

a)   spese mediche per tenere sotto controllo la fattrice durante la gravidanza. Il calcolo del progesterone alla cagna per sapere quand’è il giorno giusto in cui è feconda. Ecografia per sapere se è rimasta incinta e quanti cuccioli avrà circa e serve saperlo per avere un’idea delle prenotazioni da prendere. Far controllare nuovamente la fattrice e i cuccioli nei giorni successivi al parto.

b) spese di mangime da svezzamento di alta qualità per i cuccioli, spese per il successivo mangime specifico per “puppy” (sempre di alta qualità)

c) spese relative a vaccinazioni, sverminazioni, microchip, poi aggiungiamo integratori , vitamine, calcio, ecc…e pedigree.

d) Queste spese di mantenimento vengono sostenute dall’allevatore fino almeno-almeno ai 60 giorni di  vita del cucciolo, perché il buon allevatore, che vuole darvi un cucciolo DOC, difficilmente lo cederà prima di questa data: sia perché il cucciolo fino a questa età ha ancora bisogno “psicologico” di vivere con madre e fratelli – imparerà le basi della socializzazione, cosa che ci risparmierà possibili problemi di carattere in futuro – sia perché alcuni difetti non sono assolutamente riscontrabili in un cucciolo più giovane.

3 – Si paga l’effettiva bellezza

(anche se sarebbe più corretto dire la “promessa” di effettiva bellezza) del cucciolo,infatti la cucciolata ha un prezzo  ma potrebbero esserci cuccioli con prezzo diverso,a seconda di caratteristiche più o meno pregiate.

Un allevamento serio come il nostro non vi venderà mai allo stesso prezzo degli altri, un cucciolo con dentatura imperfetta o con qualche altro difetto, anche se per l’allevatore questo cucciolo ha avuto gli stessi identici costi degli altri cuccioli e quindi se qualcuno fosse interessato proprio al cucciolo con qualche imperfezione potrà essere ceduto a esclusivamente da compagnia, altrimenti decideremo noi personalmente di darlo in affidamento per qualche associazione che lavora coi disabili o con la pet-therapy, perché il barbone è tra le razze più intelligenti e si presta molto a collaborare con l’uomo.

a) la mamma nel frattempo ha continuato a mangiare cibo altamente proteico e altamente costoso e si è presa tutti gli integratori e  tutti gli adulti vengono sverminati in contemporanea ai cuccioli perchè vivono nello stesso ambiente.

b) nel frattempo i cuccioli sono svezzati e mangiano come cavallette (mangime puppy di altissima qualità, il più caro del mondo, superproteico perchè vogliamo che crescano bene.
Li si mantiene due o tre mesi circa (chi li consegna prima NON è un allevatore serio).
E se di più allora in quei mesi hanno avuto un costo per l’allevatore.

Inoltre:

1 – i  cani che compongono l’ allevamento non sono piovuti dal cielo: li ho acquistati e li mantengo.

2 – i cani mangiano e non usiamo mangimi economici ma di altissima qualità

3- Mensilmente facciamo controllare i nostri cani dal veterinario e anche questa è una spesa.

4 – I vaccini: 2 ogni anno per ogni cane (1 leptospirosi e 1 eptavalente)

5 – La prevenzione contro la filaria. E delle pulci e delle zecche.  .

6- I miei cani sono i miei figli, non “oggetti” da cui spremere cuccioli.
Quindi mettiamo pure in conto giochi, cucce, cappottini, ossini, eccetera. Non quantifico perché c’è troppa elasticità, ma anche queste cose costano.

7-  Sarebbe bene lavarli una volta a settimana con prodotti specifici di alta qualità e per il barbone ci vuole shampoo, conditioner e olio per evitare la formazione di nodi. Ovviamente vanno anche asciugati e non ci si mette poco quindi si calcola anche i consumi di acqua e luce degli adulti e dei cuccioli.

8- Dove li facciamo mangiare, per terra? No!
Una ciotola in acciaio inox magari col rialzo per permettere al cane di mangiareciotola rialzata correttamente alla sua altezza per non compromettere la spina dorsale. Quelle di plastica costano meno? Certo, ma ogni due mesi le devo ricomprare tutte  perché i cani le hanno rosicchiate…quindi lasciamo perdere, è meglio.

(Qui a fianco ho messo un immagine della ciotola rialzata, perchè è davvero importante  e tante persone la sottovalutano.)

E questo è quanto succede se fila tutto liscio o quasi…..

Concludendo…che dici, sono davvero così tanti soldi per un cucciolo?

Certo può capitare di trovare un cucciolo che costa meno ma c’è sempre il suo perchè!

Fonte da cui ho preso spunto: “Ti presento il cane”

ALTRE IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA QUALITA’ LE TROVETE QUI

http://www.tipresentoilcane.com/2011/04/22/il-barbone/

 

Articoli recenti